Campus biomedicale

Premessa

Il progetto di campus biomedicale è finalizzato ad apprendere competenze metodologiche e tecniche in ambito scientifico, economico ed organizzativo legate al distretto biomedicale.

  1. Il progetto ha la finalità di favorire l’orientamento nel percorso di studi verso le lauree scientifiche e delle scienze applicate con il rafforzamento di alcune competenze trasversali quali quelle linguistiche, organizzative, economiche e relazionali.
  2. La didattica dei laboratori sarà sviluppata con uno specifico progetto. In tale ambito assumerà particolare rilevanza l’alternanza scuola lavoro, con la formazione in stage nel corso degli studi.
  3. Un obiettivo di particolare rilevanza è anche quello di sviluppare corsi di formazione post diploma e nell’ambito dell’ITS scienze della vita e/o durante percorsi di laurea allo scopo di sviluppare nel territorio un supporto alla formazione per competenze.

 

1. Proprietà del campus

L’Istituto d’Istruzione Superiore “G. Luosi” di Mirandola che include l’Istituto Tecnico Economico, il Liceo Classico e Linguistico Giovanni Pico e il Professionale “C. Cattaneo” riceve in donazione il Campus, per la parte di arredi ed attrezzature scientifiche e informatiche, dalla Fondazione “Specchio dei Tempi”, e sottoscrive, in accordo con il donatore, gli impegni per le finalità didattiche e formative del Campus.
L’individuazione di un unico soggetto proprietario della struttura donata è finalizzata all’individuazione delle responsabilità legali, di coordinamento e di promozione delle attività connesse.
La costruzione entro la quale è collocato il laboratorio sarà acquisita, tramite donazione dalla Fondazione Specchio dei Tempi, dal soggetto istituzionale competente per le scuole (Provincia o Comune).
Resta inteso che l’utilizzo del Campus verrà esteso a tutte le scuole del territorio, ad altre scuole eventualmente interessate: dall’ambito provinciale a quello internazionale, collegato ai numerosi scambi linguistici internazionali in atto presso le scuole del territorio.

 

2. Organi di indirizzo e di gestione

2.1. Consiglio dei fondatori
E’ garante per l’attuazione degli obiettivi e delle finalità del campus, per il monitoraggio annuale del funzionamento e degli eventuali problemi, per l’approvazione periodica delle relazioni tecniche inerenti alla fruizione del laboratorio.
Il consiglio dei fondatori, che si riunisce annualmente o in base ad esigenze urgenti e di rilevanza per il rispetto dei fini del campus, è costituito da: Fondazione Specchio dei Tempi, Comune di Torino, Fondazione BNL, Comune di Mirandola, IIS G. Luosi e Confindustria di Modena (settore biomedicale).

2.2. Comitato tecnico scientifico
La realizzazione delle finalità e degli obiettivi è affidata ad un Comitato Tecnico Scientifico (ai sensi dei DPR n. 87/88/89 del 2011) formato dal dirigente scolastico del Luosi, dai dirigenti scolastici delle scuole afferenti o da loro delegati, dal referente di Confindustria Modena Sezione biomedicale, da un referente della Fondazione Democenter, dalla Università di Modena e Reggio, da un referente del comune di Mirandola.
Il CTS nominerà un Presidente ed un responsabile operativo.

3. Obiettivi formativi del laboratorio

Sono possibili diversi obiettivi di formazione, di informazione e di approfondimento volti a formare giovani che, sulla base di competenze diverse, sono interessati ad entrare nell’ambito di lavoro del distretto biomedicale

  • Formazione nell’ambito della governance, della gestione delle risorse umane, dell’Internazionalizzazione;
  • Formazione nell’ambito dell’economia aziendale e della gestione delle risorse economiche;
  • Sviluppo di competenze delle “Good Laboratory Practice” con riferimento alle tecniche di laboratorio chimico – biologico;
  • Realizzazione di esperienze innovative nella formazione post-diploma;
  • Supporto al percorso di studi universitari con stage realizzati in convenzione;
  • Supporto e integrazione nella formazione di competenze per l’alternanza scuola lavoro (stage);
  • Attivazione di singoli progetti di sviluppo competenze e di ricerca;
  • Apprendimento della micro lingua specifica di settore;
  • Valorizzazione di esperienze connesse agli scambi linguistici internazionali in atto presso le scuole;
  • Valorizzare e fa conoscere le eccellenze del distretto biomedicale anche a semplice livello informativo integrandole con il sito Biomediland;
  • Promuove l’orientamento nell’ambito linguistico, del marketing, dell’economia e della comunicazione collegata agli aspetti caratterizzanti il distretto.

4. Strumenti di programmazione e indirizzo

Le intese e la collaborazione con l’Università di Modena e Reggio e le Imprese Biomedicali del distretto verranno effettuate attraverso la fondazione Democenter centro per l’innovazione e il trasferimento tecnologico.

5. Formazione

  1. Le attività di formazione saranno svolte dai docenti delle scuole nei diversi ambiti e saranno previste attività di formazione ed aggiornamento dei docenti stessi.
  2. Tecnici del settore biomedicale delle diverse imprese potranno svolgere azione didattica programmata, fornire consulenza e partecipare ad attività di informazione.
  3. Il Campus sarà anche centro per l’organizzazione di convegni e conferenze collegate alle problematiche del settore.

Piano di lavoro per l’anno scolastico 2013/14 per il laboratorio del campus biomedicale

Bozza di proposta

Formazione docenti

  1. Formazione su UdA e sulla realizzazione di 2 UdA di laboratorio chimico- biologico nel progetto “Nella rete della scienza” Con PLAN di Bologna e provincia di Modena;
  2. Formazione di tipo pratico operativo per l’utilizzo delle strumentazioni del laboratorio chimico biologico del campus con la consulenza di tecnici di aziende biomedicali;
  3. Costituzione di un nucleo di docenti interistituto per la condivisione di esperienze didattiche e metodologiche sull’insegnamento scientifico;
  4. Incontri con dirigenti del settore per la conoscenza degli aspetti economici.

Attività didattica

  1. Predisposizione di un orario di utilizzo da parte delle scuole con realizzazione della scheda laboratorio e/o dell’attività di laboratorio che integra la parte sperimentale con quella di documentazione.
  2. Programmazione di incontri ed esperienze di conoscenza del distretto. A tal fine il campus avvierà forme di collaborazione con le associazioni economiche, con singole aziende, con MOBIMED e altri soggetti attivi e orientati verso il mondo scolastico. Le attività saranno previste anche per la necessaria preparazione agli stage in azienda.
  3. Raccordo della formazione in laboratorio scientifico con lo stage nelle aziende del biomedicale di Mirandola e Area Nord e con esperienze possibili di mobilità internazionale in Europa.
  4. Promozione e orientamento verso i livelli superiori di formazione e istruzione.

Progetti specifici

  1. Inserimento del laboratorio sul sito Biomediland.
  2. Preparazione di un progetto sulla micro lingua del settore.
  3. Progetti da realizzare con reti di scuole nazionali ed estere.
  4. Preparazione di studenti prima dello stage in aziende con laboratori chimico-biologici.
  5. Realizzazione di esperienze didattiche con gli studenti della scuola media, sia in ambito di laboratorio che di documentazione multimediale.

Mirandola, 08/07/2013

Area riservata docenti